Addestrare un cane a non fare bisogni in casa? Ecco come!




Tutti noi amiamo i cani, ma averne già solo uno alle nostre dipendenze può talvolta causare qualche problemino di organizzazione se non si sono prese le dovute precauzioni. In particolare, la questione sorge quando abbiamo a che fare con i “bisognini” che il nostro amico a quattro zampe è solito abbandonare in ogni angolo possibile della casa: onde evitare di dover pulire da qui all’eternità, e per assicurarci una casa pulita e igienica non ci resta che addestrare il cane a non sporcare più

Come prima regola da seguire v’è la scelta dello spazio: occorre individuare un’area che sia predisposta ai suoi bisogni. Questo spazio deve entrare a far parte dei suoi spazi personali, e per raggiungere l’obiettivo non potremo che farglielo visitare il più frequentemente possibile.




Ancor meglio però, se questo accorgimento lo prendiamo nel momento in cui il cane sta per adempiere alle sue necessità fisiologiche: quando cominciamo a vederlo ronzolare per casa annusando e muovendosi in circolo è chiaro che il cucciolo sta per “liberarsi”. A questo punto lo anticipiamo trascinandolo sullo spazio adibito, affinché associ il bisogno fisiologico all’area pensata ad hoc per questo tipo di esigenze: se si comporterà bene potremo pure ripagarlo di coccole, complimenti e qualche gustoso croccantino!

Non dimentichiamo però un concetto che è assolutamente importante per chiunque voglia imparare ad addestrare un cane: mai rimproverarlo né alzargli le mani o provocarlo in qualche altra maniera. I toni alti non servono a nulla se non ad alimentare tensione e a far sì che il nostro amico a quattro zampe abbia sempre più timore della nostra figura (senza peraltro aver imparato un bel nulla!).

Pazienza, calma e affetto: nell’arco di pochi giorni il cane saprà bene come ripagare le fatiche fatte per addestrarlo nel migliore dei modi!